Yuki Tsunoda #22
Prima Sessione di Prove Libere – Miglior giro: 1:29.864, 20° pos., 5 giri
Seconda Sessione di Prove Libere – Miglior giro: 1:27.745, 16° pos., 26 giri

“Non è stato l’ideale iniziare il weekend di gara perdendo tempo prezioso durante le PL1, tuttavia, siamo riusciti a raccogliere molti dati utili nelle PL2. Ora abbiamo una visione più chiara di dove siamo. Non ci aspettavamo di incontrare tante difficoltà nella seconda sessione, ma abbiamo ancora tempo per fare degli aggiustamenti e sono convinto che possiamo guadagnare ancora qualche decimo per domani e lottare per la Q3. Sembrerebbe che la nostra vettura non sia particolarmente adatta alle caratteristiche di questo tracciato, con le sue curve lunghe e veloci, ma vedo che gli altri stanno facendo progressi. Stanno lavorando bene, quindi noi continueremo a impegnarci per migliorare e fare di più.”

Daniel Ricciardo #3
Prima Sessione di Prove Libere – Miglior giro: 1:28.477, 13° pos., 24 giri
Seconda Sessione di Prove Libere – Miglior giro: 1:27.916, 19° pos., 25 giri

“È stata una giornata difficile. Abbiamo trovato delle risposte a questa difficoltà incontrata nelle PL2 a causa di alcuni problemi sulla vettura in termini di carico. È stato un po’ un peccato, perché ovviamente si cerca di fare il possibile, ma non sappiamo ancora quale sia il nostro vero ritmo. In generale, cercheremo di lavorare su alcuni punti deboli che abbiamo riscontrato e di migliorarli per domani. Cercheremo di individuare la direzione una volta esaminati i dati, ma sono fiducioso che non sia nulla di troppo strano. Quest’anno per noi questo sarà un circuito difficile, ma dovremmo essere in grado di recuperare e di essere più avanti in griglia rispetto a oggi”.

Alan Permane (Racing Director)

“Una giornata difficile per noi, a cominciare dal testacoda di Yuki, che gli è costato quasi tutta la prima sessione. Questo ha influito sulla sua preparazione per le PL2 e non ha ottenuto il massimo. In generale, però, è soddisfatto della vettura. Daniel ha faticato a causa di una certa instabilità al posteriore ed è chiaro che abbiamo del lavoro da fare durante la notte per trovare delle prestazioni nei tratti lenti che ci costano un po’ di tempo sul giro. Terremo d’occhio il meteo, visto che per i prossimi due giorni è prevista pioggia, ne terremo conto nelle nostre scelte di assetto. Dobbiamo perfezionare tutto per dare ai nostri piloti una chance per la Q3 di domani”.