Daniel Ricciardo #3
Gara – 8° pos.

“È stato un buon weekend fin dall’inizio, considerando tutte le condizioni, e con una gara pazza come questa, sono contento di portare a casa qualche punto. Ho ricevuto una penalità per un jump start, ma ero un po’ confuso perché sapevo di non aver bruciato il semaforo, ma poi mi sono ricordato che durante la partenza ho sentito che forse la macchina si stava muovendo. Abbiamo avuto un piccolo problema con la macchina e lo esamineremo, ma ovviamente questo ha pesato negativamente sulla nostra gara. Quando abbiamo fatto il pit stop per montare le Intermedie, abbiamo perso alcune posizioni rispetto alle vetture che sono rimaste fuori e non siamo riusciti a sfruttare molto di più le gomme nuove. La gara ci stava sfuggendo di mano, ma quando la pista si è asciugata verso la fine e siamo passati alle gomme medie, sono riuscito a farmi strada e rientrare nella top 10, il che è stato un po’ un sollievo. Sono contento che sia stato un weekend abbastanza tranquillo per noi e, ovviamente, per aver aumentato il distacco dai nostri concorrenti diretti”.

Yuki Tsunoda #22
Gara – 14° pos.

“Quello di oggi è stato un mio errore, una mossa stupida, mi dispiace per la squadra. Il team aveva sicuramente preso la decisione giusta sulla strategia e fatto un buon lavoro; non era facile con le vecchie Intermedie, ma mi sentivo bene. Anche la decisione di passare alle gomme da asciutto è stata fatta nel momento giusto. Almeno ho invertito la rotta dalle prove libere alle qualifiche e questo è positivo, ma oggi è stato deludente e non è il modo in cui avrei dovuto finire la gara. Avrei dovuto solo portarla a casa”.

Guillaume Dezoteux (Head of Vehicle Performance)

“Nel complesso, è stata una gara positiva che ci ha fruttato altri quattro punti nella lotta per il campionato costruttori. Daniel ha rimediato una penalità perché si è leggermente spostato sulla griglia di partenza prima dello spegnimento dei semafori. Ha seguito la procedura in modo corretto, quindi sembra sia stato qualcosa sulla vettura, probabilmente un leggero trascinamento della frizione che ha spinto la macchina in avanti di qualche centimetro. Il primo stint con le gomme intermedie è stato difficile, con un’aderenza molto bassa e una scarsa visibilità. Abbiamo deciso di scontare la penalità durante il periodo di Safety Car. Dopo il secondo scroscio di pioggia, la pista si è asciugata rapidamente e abbiamo reagito al momento giusto per passare alle gomme medie. Da lì, Daniel ha guidato in modo costante ed è riuscito a superare Ocon per l’ottavo posto dietro a entrambe le Aston Martin. Anche Yuki ha avuto una gara movimentata. Durante il periodo di Safety Car, abbiamo deciso di lasciarlo fuori perché i nostri pneumatici intermedi sembravano buoni e così ha guadagnato tre posizioni. Verso la metà della gara, era in P7, in linea con il ritmo di Alonso davanti a lui. Purtroppo, nell’ultima parte della gara, dopo il secondo periodo di Safety Car, Yuki ha avuto qualche momento di difficoltà ed è finito fuori dai punti. Oggi è stata una gara difficile per tutti, ma nel complesso è stato un weekend positivo per la squadra”.

Laurent Mekies (Team Principal)

“Il Gran Premio del Canada è sempre uno degli appuntamenti più difficili dell’anno, anche senza le insidie della pioggia; fare punti qui è positivo, anche se guardando alle nostre posizioni di partenza e a quelle in pista fino a pochi giri dalla fine, avremmo potuto sperare in qualcosa di meglio. La penalità di Daniel alla partenza, dovuta a un leggero trascinamento della frizione, e un paio di momenti in pista per Yuki ci sono costati qualche punto, ma ci sono molti aspetti positivi in questo fine settimana. I piloti e la squadra stanno davvero lavorando bene insieme come una solida unità in pista e in factory gli sforzi del nostro staff sono stati altrettanto gratificanti ed effettivamente premiati con entrambe le vetture in Q3 e con i punti di oggi. Daniel ha parlato del fatto che sabato era il decimo anniversario del giorno esatto della sua prima vittoria in F1, avvenuta su questo circuito, e sembra che il posto gli piaccia, come dimostra il suo spettacolare quinto posto in qualifica e la P8 in gara! Sempre sabato, abbiamo annunciato che Yuki resterà con noi per un altro anno. Se lo merita ed è positivo per lui, ma anche per noi, sapere che non dovremo più pensare a questo aspetto. Anche Yuki si è ripreso alla grande in questo fine settimana dopo un venerdì complicato e avrebbe meritato i punti. Dobbiamo continuare con il nostro approccio fatto di piccoli passi, uno dopo l’altro, in ogni singolo settore. Ci sta portando gara dopo gara verso posizioni migliori: tutti a Faenza e a Bicester stanno spingendo al massimo per migliorare le prestazioni della nostra vettura”.

Session Result

POSDRIVERTEAMTIME
1Max VerstappenOracle Red Bull Racing1:45:47.927
2Lando NorrisMcLaren+3.879s
3George RussellMercedes+4.317s
4Lewis HamiltonMercedes+4.915s
5Oscar PiastriMcLaren+10.199s
6Fernando AlonsoAston Martin Aramco+17.510s
7Lance StrollAston Martin Aramco+23.625s
8Daniel RicciardoVisa Cash App RB+28.672s
9Pierre GaslyAlpine+30.021s
10Esteban OconAlpine+30.313s
11Nico HulkenbergHaas+30.824s
12Kevin MagnussenHaas+31.253s
13Valtteri BottasKick Sauber+40.487s
14Yuki TsunodaVisa Cash App RB+52.694s
15Guanyu ZhouKick Sauber+1 lap
DNFCarlos SainzFerrari-
DNFAlexander AlbonWilliams-
DNFSergio PerezOracle Red Bull Racing-
DNFCharles LeclercFerrari-
DNFLogan SargeantWilliams-